Skip to main content

Amore a prima vista

| Cristian Costantin | Blog

Chi ha scelto cosa o cosa ha scelto chi? Con la Sony a6000 è stato un colpo di fulmine. Una scelta la mia (?) quasi romantica, non di certo dettata da chissà quale considerazione tecnica (l’unico aspetto tecnico che ha prevalso tantissimo è stato quello economico). Ricordo bene i momenti antecedenti all’acquisto.

Ero col mio amico Alex, grande compagno di (dis)avventure, quando la vidi per la prima volta. Eravamo da MediaWorld, a Marghera, quando il colpo di fulmine scattò: era lì in esposizione, bellissima. Tant’è che la giornata continuò alla grande quando, una volta usciti dal parcheggio sotterraneo, una simpatica signora ebbe la brillante idea di tamponarci (ma questa è un’altra storia).

Comunque, non ci fu acquisto più sensato di questo (non è vero, ma voglio che l'aspetto romantico prevalga). E infatti, la nottata che io e Alex abbiamo fatto in montagna per fotografare le stelle, senza quella piccola ma brillante macchina non sarebbe stata così bella (bella come il lupo che ho visto non troppo distante da me all’alba).

La sua portabilità così discreta è un’ottima alleata per la street photography (in un altro articolo ne parleremo meglio). E l’obiettivo in dotazione, aiuta maggiormente la cosa (ok, non sarà di chissà quale qualità, ma il suo sporco lavoro lo fa).

Insomma, una macchina fotografica che non lascerò mai e che mi farà ancora tanta compagnia nelle mie avventure. Certo, non la potrei utilizzare per lavori professionali, ma per raccontare storie, sì.

Visite 331